lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


Lascia un commento

Semifreddo ai cachi

semifreddo ai cachi

Il mood autunnale non accenna a cessare, così come le belle giornate di questo novembre inoltrato, perciò armata di santa pazienza sono andata alla ricerca di un albero che potesse donarmi i gustosi frutti lucidi e arancioni denominati cachi. Non sono una fan sfegatata di questo frutto tuttavia la soluzione che sto per presentarvi per gustarlo in modo goloso vi lascerà unanimamente d’accordo: il semifreddo. Questo dolce è di facile realizzazione e vi permetterà di fare bella figura in caso abbiate degli ospiti. Si può preparare con largo anticipo e può essere accompagnato da biscotti, frutta secca, lamponi e quant’altro suggerisca il vostro esprit gourmand.

INGREDIENTI

4/5 cachi ben maturi

500ml di panna liquida fresca

400 gr di zucchero

il succo di un limone

PREPARAZIONE

  1. Montate la panna con l’aiuto dello sbattitore elettrico o della planetaria.
  2. Mondate i cachi e passate la polpa al colino per eliminare tutte le impurità.
  3. Unite il denso succo ottenuto allo zucchero e al limone spremuto.
  4. Aggiungete la panna con movimenti dal basso verso l’alto facendo attenzione a non smontarla.
  5. Versate il composto in uno stampo da plum-cake (per queste quantità serviranno due stampi).
  6. Mettete in freezer per almeno 6 ore.
  7. Prima di mangiarlo tiratelo fuori dal frigo almeno mezz’ora prima.
  8. Affettate il semifreddo, disponetelo nei piatti e guarnite con lamponi freschi e composta di pere, oppure con granella di nocciole. Sarebbe preferibile un ingrediente acido che sgrassi la bocca vista la predominanza della panna nel semifreddo.
  9. Conservare in freezer per una settimana al massimo.

Che ne pensate?

Postilla La prossima volta voglio provare a farci una base di biscotti tritati come quella del cheesecake da inserire al centro. Chissà quale sarà il risultato!

Annunci


5 commenti

Torta alle albicocche

TORTA ALLE ALBICOCCHE-DSC_0142

Frutto votato alla conservazione, orientale d’origine, chiamato dai Romani mela armena, l’albicocca è il pomo che conquista il nostro palato in questo caldo periodo dell’anno fino alla fine di luglio circa. I modi per gustarla sono senza dubbio innumerevoli potete metterla sotto sciroppo o in gelatina, oppure seccarla in casa, prepararvi dei dissetanti succhi o, infine, un liquore con i noccioli tipico della Romagna (regione regina nella produzione di questo gustoso frutto). Classicamente il suo sapore viene imprigionato nella confettura, come ho avuto modo di raccontarvi tempo fa! Tuttavia, questa veloce e semi-dietetica torta mi ha letteralmnete conquistata  prima ancora di realizzarla. Richiede pochissimo tempo di realizzazione ed è ideale per una colazione d’estate in giardino. Le albiccocche poi sprigionano tutto il loro intenso profumo e la loro nota acidula che ben contrasta con lo zucchero a velo che la ricopre. Una leccornia tutta da provare!!!

 

INGREDIENTI

200 gr di farina 00

50 gr di fecola di patate

200 gr di zucchero semolato (o di canna se volete un effetto finale più rustico)

1 vasetto di yogurt bianco intero bio

3 uova

5 albicocche mature (ma ancora sode)

1 bustina di lievito per torte

1 pizzico di bicarbonato

zucchero a velo per guarnire

PREPARAZIONE

  1. Montate le uova con lo zucchero e lo yogurt utilizzando delle fruste elettriche.
  2. Trasferite il composto in una ciotola in cui metteremo gli ingredienti secchi.
  3. Aggiungete la farina, la fecola, il lievito e il bicarbonato ben setacciati e amalgamate bene.
  4. Lavate e tagliate le albicocche a cubetti e accorpatele al composto ottenuto in precedenza.
  5. Disponete l’impasto in unategli rotonda da 28cm di diametro.
  6. Cuocete a 180° per 35 minuti poi abbassate il forno a 165° per gli ultimi 5-7 minuti di cottura.
  7. Lasciate raffreddare su di una gratella e cospargetela di zucchero a velo.

 

TORTA ALBICOCCHE-FETTA-DSC_0144

POSTILLA Con questa modalità, come vedete dalle immagini, le albicocche tenderanno a posizionarsi in basso, dove l’impasto risulterà meno cotto (cosa che personalmente adoro :-D). In alternativa, per ottenere un risultato più omogeneo potete infarinarle leggermente e posizionare sull’impasto dopo averlo già messo nella teglia. Oppure potete tagliarle a cubetti veramente piccoli che, mescolati all’impasto, si scioglieranno quasi del tutto!

Io personalmente la adoro così!!!


5 commenti

Mele cotte very chic!

Come rendere eleganti le mele cotte? Un’idea semplice e veloce è quella di servirle nella classica coppa Martini, spolverandole di cannella sia in polvere sia in stecche! Il loro aroma vi conquisterà!

INGREDIENTI

3-4 mele renette (o in mancanza quelle che avete a disposizione)

zucchero, cannella (qualche stecca + la polvere), uvetta, 1/2 bicchiere di vino bianco, 3 chiodi di garofano, pinoli.

PREPARAZIONE

  1. Sbucciate e sminuzzate le mele.
  2. Mettetele in un pentolino con zucchero, cannella in polvere, pinoli e uvetta a vostro piacimento.
  3. Fate cuocere per circa 5 minuti a fuoco vivace e bagnatele con del vino bianco.
  4. Abbassate la fiamma e cuocete per altri 8-10 minuti.
  5. Servite su coppe Martini e decorate con cannella in stecche!

 

Vi piace come idea?

MELE ALLA CANNELLA-PicMonkey Collage