lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


2 commenti

Pinguini con olive e carote!!!

Questi pinguini sono nati in un momento di festa, durante le vacanze di Natale dello scorso anno. Navigavo senza meta sul web e sono comparsi nella pagina di un blog “mammesco” di cui non ricordo il nome, perciò non posso citarlo 😦

 Sono facilissimi da fare e dalla foto si capisce tutto ciò che serve:

olive nere denocciolate,

carote,

stecchini

maionese per gli occhi e la pancia

Un’idea divertente da fare con – e per – i bambini ma anche per ospiti giocosi! Non sono simpaticissimi?


4 commenti

Mazze di tamburo o crucole fritte

Nei giorni scorsi, quando ancora c’era una temperatura gradevole nell’aria, il desiderio di andar per funghi di mio marito era incontrollabile e così, mi son ritrovata con circa venti crucole, altrimenti dette mazze di tamburo, e l’imminente necessità di doverle cucinare. Una parte le abbiamo regalate ad un caro amico divenuto papà da poco e l’altra parte è finita nelle nostre pance!!!

La morte loro (come si dice a Roma)?

Farle fritte!!! Il loro sapore è spettacolare, assomigliano alle cotolette ma sono più leggere e più morbide! E poi il frittino… che dire, si commenta da solo!

Mi dispiace un po’ per le immagini che non sono eccezionali tuttavia confermo che il sapore era fa-vo-lo-so!

INGREDIENTI

6 Crucole o mazze di tamburo belle grandi
3 Uova
Pangrattato
Sale qb

Lavate molto bene ma molto delicatamente le crucole sotto l’acqua corrente per eliminare probabili residui di foglie e di terra. Poi mettetele ad asciugare su di un canovaccio. Le più grandi tagliatele in due o quattro parti.

Intanto sbattete le uova intere con la frusta e salate leggermente. Preparate un vassoio su cui cospargere il pangrattato.
Immergete le crucole nell’uovo sbattuto e poi passatele nel pangrattato.
Infine friggetele in olio ben caldo finché non saranno dorate. Scolatele dell’olio in eccesso e disponetele in un vassoio con carta assorbente. Salatele e servitele ben calde!

Un piatto da ricordare e che ha proprio il sapore dell’autunno!


2 commenti

Marmellata di ciliegie

Lo so, lo so. Siamo fuori stagione. Ma nella treccia danese che ho preparato di recente ho messo come farcitura la marmellata di ciliegie che avevo fatto nel mese di giugno e così mi è venuta voglia di descriverne il procedimento.

A giugno, come dicevo, ho avuto l’occasione di recarmi in campagna tra gli alberi di ciliegio dei miei zii e – dopo averne mangiate abbondantemente dall’albero – sono tornata a casa con un cesto con circa 5 kg di splendide ciliegie mature al punto giusto. Che farne se non una splendida marmellata?

Io preparo la marmellata nel modo tradizionale, con la cottura lenta e senza aggiunta di pectina in bustine. Allora ecco le dosi.

INGREDIENTI

  • 1kg di ciliegie
  • 700 gr di zucchero
  • succo di un limone piccolo
  • fettine di limone

 

Lavate e denocciolate le ciliegie una ad una. Lasciatele intere e mettetele in una pentola bella alta.*

Aggiungete lo zucchero.

Poi le fettine di limone. Questa è la parte che adoro. Verranno candite e saranno deliziose!

Infine girate con un mestolo di legno e cuocete a fuoco medio-basso per circa un’ora, un’ora e mezza.

Ciliegie ad inizio cottura

Ciliegie a fine cottura

Quando la marmellata sarà pronta versatela ancora calda nei vasetti sterilizzati e girateli. Potete mangiare la marmellata a partire dalle 24h successive! Le ciliegie in questo tipo di marmellata rimarranno intere e saranno gustossime. Le scorzette di limone caramellate poi… qualcosa da leccarsi i baffi!

*Ancora meglio sarebbe metterle a macerare con zucchero e succo di limone la sera prima di fare la marmellata.


3 commenti

Brownies

In autunno cadono le foglie, l’aria è più fresca e bla bla bla…

Lasciamo stare le immagini stereotipate e, bando alle ciance, ecco lo scopo di questo post: comunicare ufficialmente che in autunno posso ricominiciare a fare i brownies!!!

Io li adoro. Ed ecco la ricetta di quelli che faccio abitualmente.

INGREDIENTI

200 GR ZUCCHERO
130 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
80 GR DI BURRO
2 UOVA INTERE
90 GR DI FARINA
20 GR DI CACAO AMARO
70/80 GR DI NOCI

  1. Sciogliere il burro asseme al cioccolato a bagnomaria e lasciare intiepidire.
  2. Nel frattempo sbattere le uova ( io mi aiuto con una frusta elettrica).
  3. Unire il cioccolato e il burro fusi in precedenza alle uova sbattute.
  4. Poi aggiungere la farina, lo zucchero e mescolare ancora (sempre con la frusta elettrica).
  5. Incorporare le noci e girare bene il composto con una lingua di cane.
  6. Cuocere per 30 min. A 180° in teglia rotonda da 21 cm di diametro.

 

Che odore meraviglioso che uscirà dal vostro forno! E non ne resterà neanche un pezzettino! Questo è asscurato!

Al compleanno di mia figlia hanno avuto un gran successo!!!

 

Ps. I toppers sono di Wonder e li potete trovare qui.


Lascia un commento

L’autunno in un colore: giallo.

Nei post precedenti ho parlato principalmente di cibo, una mia grande passione e sembra che io non faccia altro…ops in effetti cucino molto, soprattutto la sera e nel week-end. Detto ciò un’altra mia passione è la fotografia. Sono una principiante, lo so, però non posso non fare foto nei momenti più disparati della mia giornata.

Ho iniziato a pensare alla fotografia, in questo ventoso pomeriggio, guardando le immagini delle ricette che ho inserito nel blog fino ad ora, ed ho pensato: sono tutte sui toni del giallo, calde, avvolgenti. Sono foto di cibi definibili come confort food. Che rincuorano. Che fanno da “confortino” come direbbe la mia zia di Pisa. L’autunno è giallo. Non c’è niente da fare. Nient’altro da dire. E non importa se le foto dei miei cibi si somigliano un po’ tutte. Del resto riflettono il mio mondo interiore attuale.


1 Commento

Treccia danese alla farina di kamut

Ecco finalmente mantenuta la promessa! Come raccontavo proprio qui qualche giorno fa, sono stata letteralmente folgorata dalla treccia danese che ho dovuto rifarla immediatamente nella sua versione originale. Va beh, si fa per dire, perché alcune cose le ho comunque cambiate utilizzando ad esempio la farina di kamut!

Mescolando gli ingredienti è nato un impasto che credo entrerà nella top ten dei miei impasti preferiti da fare a mano. Liscio, profumato, elastico, morbido e chi più ne ha più ne metta!!! Un piacere per il tatto e per l’olfatto aggiungerei. Con quella presenza del burro così evidente…mmmm che bontà!
Comunque, bando alle ciance ecco la ricetta!

INGREDIENTI

325 gr di farina di kamut

1/2 panetto di lievito

125 ml di latte

60 gr di burro

50 gr di zucchero

1/2 uovo

Per farcire:

1 vasetto di marmellata di lamponi o fragole
mandorle a lamelle qb
1/2 uovo
zucchero di canna qb

Ho fatto intiepidire il latte e ci ho stemperato il lievito. Poi ho ammorbidito il burro a bagnomaria.
In una ciotola ho quindi unito: latte, lievito e burro. Poi ho aggiunto lo zucchero bianco, il mezzo uovo e infine la farina. Ho impastato dapprima con un mestolo di legno poi a mano sulla spianatoia per cica 10 minuti (che gioia, è un impasto che ho adorato…l’ho già detto?!) ed ho fatto lievitare coperto per un’ora*.

Passato il tempo necessario ho steso l’impasto con il mattarello. Con l’aiuto di uno stampo da plumcake, ho dato alla pasta una forma rettangolare. Ho fatto dei tagli obliqui e paralleli sui lati lunghi del rettangolo.
Poi ho farcito con la marmellata di fragole e le mandorle.

Ho ripiegato i tagli di pasta verso l’interno, formando appunto una treccia. Questo passaggio nell’altro post forse non era chiarissimo.

Intreccio

Ho spennellato con l’altro mezzo uovo la torta e l’ho spolverizzata con lo zucchero di canna. Ho cotto per mezz’ora a 180°.

FA-VO-LO-SO! La colazione del giorno dopo è stata strepitosa!

* Io ho utilizzato la funzione lievitazione del mio forno che è impostata ad una temperatura di 40°. In alternativa si può fare a temperatura ambiente.


Lascia un commento

Cosce di pollo al forno speziate

Finalmente riesco a pubblicare un secondo piatto tra i più classici che possano esserci: le cosce di pollo al forno! Un evergreen del pranzo della domenica!
Bisogna che io faccia una confessione: non amo particolarmente il pollo arrosto! Né il pollo in generale. Ecco l’ho detto! Siete scioccati? Io no 🙂
Tuttavia questo piatto riceve moltissimi “mi piace” nella mia famiglia perciò lo cucino spesso e, per dargli un po’ di grinta, aggiungo delle spezie e delle erbe aromatiche e faccio una marinatura preventiva per insaporire bene la carne. Così camuffo un po’ ma non troppo il sapore del pollo.

INGREDIENTI

4-6 cosce di pollo
2 prese di peperoncino essiccato
1 presa di aglio essiccato
2 prese di paprika dolce
2 prese di curcuma
1 presa di finocchietto essiccato
2 prese di sale
1 macinata di pepe alla creola
5 cucchiai di olio evo

Il procedimento è il seguente:

1. Unire tutte le spezie essiccate in una ciotola e mescolare bene.
2. Prendere le cosce e cospargerle della mistura preparata in precedenza.  Aggiungere l’olio evo
3. Mettere a marinare il pollo per almeno 2 ore in frigo (ma si possono allungare i tempi a seconda dei gusti) in un contenitore ben sigillato.

4. Trascorso il tempo necessario disponete il pollo su una placca da forno ben oliata (magrai con delle patate) e cuocete per 45 min – 1h alla temperatura di 200°.

Le cosce saranno aromatizzate e gustose, ve lo posso assicurare!