lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


Lascia un commento

Merluzzo aromatico al cartoccio

merluzzo al cartoccioEcco un piatto fresco, estivo, invitante e colorato!!! E quante cose direte voi! Ma non è forse così? La fonte di ispirazione è stata il favoloso sito di Timoebasilico in cui vi consiglio di dare una sbirciatina! Io intanto vi lascio questa gustosa ricetta adatta per una cena sotto ad un gazebo magari con tanti amici!

INGREDIENTI

4 filetti di merluzzo

1/2 peperone rosso

1/2 peperone giallo

4 pomodori datterini

olive taggiasche sott’olio

prezzemolo

erba cipollina

pangrattato, olio evo, sale, pepe qb

PREPARAZIONE

  1. Prendete i tranci di merluzzo e disponeteli su 4 fogli di carta forno avendo cura di mettere sul fondo una manciata di pangrattato.
  2. Conditeli con peperoni fatti a striscioline, i pomodorini tagliati in 4, le olive, sale, pepe, olio prezzemolo ed erba cipollina.
  3. Avvolgete in cartocci con della carta stagnola e metteteli in forno a 200° per circa 20 minuti. Controllate la cottura se necessario.
  4. Gustate tiepidi!

Più facile a dirsi che a mangiarsi!

Annunci


4 commenti

Gamberoni in padella

PADELLATA DI GAMBERIAi lettori più attenti non sarà sfuggito che io su Lastradamaestra non pubblico praticamente mai ricette a base di pesce. Chiedo venia. Io il pesce so cucinarlo poco e fino a qualche anno fa non lo mangiavo neppure. Eppure, visto che come recita un famoso aforisma “Solo gli stupidi non cambiano mai idea”, mi sento oggi particolarmente meno stupida a confessarvi che il pesce finalmente lo mangio e lo apprezzo sempre di più! Tanto che sono contenta di inaugurare un nuovo tag “pesce” che conterrà i ben tre piatti che vi ho proposto finora!!! E son soddisfazioni!

Nelle ultime settimane ho avuto modo di cimentarmi spesso con piatti a base di pesce come ad esempio: linguine ai frutti di mare, una piccante zuppa di pesce con annessa preparazione di un fumetto di crostacei, orate al forno (che non sono complicate da fare!), e per l’ appunto, i gamberoni in padella! Visto che questi ultimi sono venuti e di molto bene e vista la facilità della ricetta ho deciso di proporvela. Perché anche chi il pesce non sa cucinarlo possa dire finalmente: “Anch’io!”

INGREDIENTI

15 gamberoni freschi

olio evo, sale e pepe qb

uno spicchio d’aglio

peperoncino in polvere

1/2 bicchiere di Cognac

1 cucchiaino concentrato di pomodoro

prezzemolo tritato

PREPARAZIONE

  1. Lavate accuratamente i gamberoni sotto acqua fresca corrente e scolateli ben bene.
  2. In una padella mettete a scaldare l’olio con l’aglio il quale, non appena sarà abbronzato, verrà tolto.
  3. Buttate i gamberoni e fateli rosolare due minuti per parte. Aggiungete il peperoncino a seconda dei vostri gusti.
  4. Sfumate con il Cognac, salate e pepate. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro che darà essenzialmente un bel colore al vostro piatto.
  5. Coprite con un coperchio e fate cuocere per circa 8-10 minuti.
  6. Infine aggiungete il prezzemolo tagliato finemente e servite!!!

E se ci son riuscita io….!!!

Bon appétit!


2 commenti

Sogliole impanate!

SOGLIOLE CROCCANTIIl caldo, il gran caldo, è arrivato! La voglia di mettersi ai fornelli è ridotta al minimo. Malgrado ciò qualche sera fa ho deciso di cucinare del pesce, più precisamente le sogliole. Poiché l’idea di accendere il forno era senza dubbio fuori luogo, ho optato per una panatura croccante con pangrattato e farina di mais per polenta! E il risultato è stato piacevolissimo! A prova di bambino aggiungerei!

Perciò bacioni a tutti voi e buon appetito!!!

INGREDIENTI

filetti di sogliola

pangrattato

farina di mais per polenta

olio evo

sale qb

rucola

pomodorini

PREPARAZIONE

  1. Miscelate il pangrattato e la farina di mais nella proporzione che preferite (io ho abbondato con la farina di mais!).
  2. Impanate i filetti di sogliola e salateli.
  3. Mettete dell’olio evo a riscaldare in una padella e quando sarà ben caldo mettete i filetti panati a rosolare. Bastano pochi minuti per parte.
  4. Accompagnate i filetti con rucola fresca e pomodorini.
  5. Se proprio volete essere trasgressivi 😉 potete aggiungere questa salsina. L’ho già detto che è la mia preferita?

Postilla I pomodorini in foto sono i frutti delle piccole piantine del semenzaio di marzo! Che soddisfazione mangiare i frutti del proprio lavoro!


Lascia un commento

Linguine panna e salmone

LINGUINE SALMONE E PANNAEcco un grande classico del periodo invernale e anche natalizio se vogliamo ma che possiamo sempre mangiare in numerose occasioni di festa e perché no, anche per la vigilia pre pasquale che sarà domani. La realizzazione è semplice e sempre di grande effetto. Io ho deciso di renderle più nordiche utilizzando lo yogurt per dar loro acidità e l’aneto che col salmone ci sta sempre bene, anche sulle più semplici tartine. Non è un piatto leggero, quindi conviene andare afare una corsetta dopo averlo mangiato, o quantomeno una passeggiata! 🙂

INGREDIENTI (per 2 persone)

180 gr di linguine

100 gr di salmone scozzese affumicato

200 ml di panna da cucina

50 gr di yogurt bianco naturale

un cucchiaio di passata di pomodoro

olio evo

aneto essiccato

peperoncino secco tritato

pepe nero macinato fresco

PREPARAZIONE

Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Nel frattempo tagliate il salmone a striscioline, mettete in una padella dell’olio evo e il peperoncino tritato finemente e fateli soffriggere per qualche minuto. Aggiungete il salmone e quando diventerà rosa pallido aggiungete lo yogurt e il pomodoro. Mescolate e aggiungete tutta la panna. Fate cuocere il tutto per pochissimi minuti e spegnete il fuoco. Intanto buttate la pasta, scolatela al dente e buttatela nella salsa al salmone. Saltatela un minuto e completate con una macinata di pepe nero e dell’aneto essicato (se lo preperirete fresco sarà ancora meglio!)

LINGUINE SALMONE E PANNA-padella

Bon appétit!

 


1 Commento

Baccalà al forno con patate

BACCALà AL FORNO CON PATATEEccolo il re delle tavole di una volta!!! Il cibo dei contadini, che costava poco (notare il costava), che si preparava in tanti modi sempre ammesso che ci fossero le materie prime disponibili! Sua maestà il baccalà!

Io ho scelto di prepararlo al forno con le patate, letteralmente “dentro” alle patate! Ma per farlo ho atteso 36h!!! Eh sì, perché prima si è reso necessario dissalarlo perchè appena acquistato si presentava come nella foto di cui sotto!BACCALA' SALATOCOME DISSALARE IL BACCALÀ

Lavate il baccalà sotto acqua fredda corrente. Mettetelo a bagno in una bacinella per 36h cambiando l’acqua ogni 6 ore. È bene mettere il baccalà con la pelle rivolta verso l’alto e aggiungere anche dei cubetti di ghiaccio per mantenere ben fredda l’acqua. In estate tenetelo nel frigo però!!! Dopo 36h il baccalà si presenterà così:BACCALà

Baccalà al forno con patate

Dopo averlo dissalato, tagliate il baccalà in tranci, togliendo la pelle. Pelate e lavate le patate poi tagliatele finemente. Disponetele sul fondo di una teglia ben oliata e su cui avrete cosparso del pangrattato. Poi disponetevi i tranci di baccalà e ricopriteli di altre fettine sottili di patate. Ricoprite il tutto con pangrattato, salate, pepate e aggiungete il finocchio. BACCALA' SALATO CON PATATECuocete in forno per 30 minuti a 200°.

Bon appétit!!!