lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


3 commenti

Cena di antipasti

CENA DI ANTIPASTI

Che ne dite di cenare solo con piccoli e sfiziosi antipasti per tutti igusti stasera? Il caldo e l’aria di vacanza la fanno da padrone e allora io voglio cenare solo così! Come se fossimo sempre all’antipasto o al momento dell’happy hour, se preferite!

  • Barchette stracchino e mortadella
  • Caprese
  • Pizza alle verdure miste (peperoni, melanzane e zucchine grigliate)

Se poi volete aggiungere grissini, salvia fritta, girelle alle olive e insalata di farro allora siamo veramente a posto, non trovate?

Del resto le cene estive sono le mie preferite, ricordate?

Annunci


3 commenti

Cous cous integrale freddo con verdure miste crude

cous cous di verdure fresche

Quella che vi presento oggi è un’altra ricetta prettamente estiva che non richiede l’utilizzo di forno e fornelli, veloce da preparare e magari da portare con sé in un picnic al mare, al lago o in montagna. Oppure nella schiscetta in ufficio!

Il cous cous integrale che si trova in commercio necessita di soli 5 minuti di ammollo. La parte più lunga della preparazione è quella del taglio delle verdure. Io ho utlizzato sedano, pomodoro, carote, peperoni, erba cipollina, basilico e prezzemolo perché, se non si era capito, adoro i mix di erbe aromatiche che danno il meglio proprio in questa stagione. Tuttavia potete condire il vostro cous cous con tutto ciò che volete. Ecco di seguito qualche abbinamento:

  1. Pomodori, olive, mozzarella o feta e origano.
  2. Sedano, carote, ravanelli e erba cipollina.
  3. Peperoni, cipolle fresche e prezzemolo.
  4. Acciughe, pomodorini, prezzemolo e capperi.
  5. Caciotta fresca, pomodori, mais e basilico.

Che ne pensate? Vi ho convinti a provare? Spero proprio di sì!

VERDURE PER COUS COUS

* Se pensiamo inoltre che tutti questi condomenti vanno bene per farro, quinoa, grano saraceno, miglio e riso, allora siamo in una botte di ferro per tutta l’estate!!! N’est-ce pas?


6 commenti

Come prolungare i benefici effetti delle vacanze!

Per la serie: “almeno col pensiero voglio sentirmi ancora in ferie e chi s’è visto s’è visto!”

giallo montagnaIn questi ultimi giorni stavo riflettendo sul fatto che anche se sono tornata da poco dalle ferie sono di nuovo nel vortice routinario delle faccende scolastico-domestiche et similia. Ma (perché c’è sempre un ma) ho trovato un modo per far sì che il mio cuore, la mia mente e la mia pancia si sentano ancora in vacanza. Almeno per una volta al giorno e, più precisamente, all’ora di cena!

fragoline di boscoE’ sì perché c’è un semplice modo per tenere con noi le vacanze. Letteralmente mangiandole! Il Trentino Alto-Adige è stata la mia meta vacanziera principale – come vi avevo già raccontato – e nel corso delle gioiose vacanze tra i monti non ho potuto fare a meno di acquistare le golose prelibatezze che questa terra straordinario ci offre. E che, con grande abilità nel campo di marketing, sa proporre ai numerosi turisti che la visitano, aggiungerei.

meleti Castel TiroloSto parlando delle gustosissime mele della Val Venosta e della Valle di Non, della senape aromatizzata persino all’albicocca, del sale ai fiori essiccati, del gustosissimo succo di mela da bere miscelato all’acqua frizzante ghiacciata, dello shuttelbrot (pane di segale croccante aromatizzato al cumino), dei brezen, delle marmellate di sambuco e rosa canina, dello sciroppo di sambuco, delle farine di ogni tipo per preparare torte come la “saracena“, del Gewürztraminer, del Müller Thurgau e della birra artigianale meranese Forst e potrei continuare ancora senza stancarmi!

torta saracenaDalla vacanza – oltre ai ricordi splendidi e indimenticabili – ho portato numerosi ricordi enogastronomici se ancora non lo avevate capito (!) e posso affermare che essi sono proprio i migliori poiché sono fatti per essere condivisi con le persone a noi più care e per suggellare serate memorabili! Non sono forse queste le cose più belle della vita?

See you soon!!!


5 commenti

Rentrée del cavolo!

PicMonkey Collage-mountainsNel cominciare a scrivere questo primo post post vacanze (scusate il gioco di parole!) mi sono resa conto di essermi quasi dimenticata i passaggi abituali che mi portavano freneticamente a realizzarne uno. Ho capito pertanto di aver ottenuto ciò che avevo desiderato ardentemente all’inizio delle vacanze: abbandonare le abitudini stereotipate dell’inverno e della primavera scorse! E, forse forse, non riprenderle mai più! Non che scrivere post sia un’attività stereotipata, giammai! Tuttavia ritengo importante aver spezzato la routine consolidata per abbracciarne una più slow and soft! E anche il blog spero ne risentirà in positivo.

Le mie vacanze tra mari e monti mi hanno deliziata in tutti i sensi. Ho ancora nel naso l’odore della salsedine della Costa d’Argento e negli occhi il verde dei prati che crescono rigogliosi ai piedi delle maestose dolomiti. La luce accecante del sole che si rispecchia sulla superficie del mare e l’odore del sottobosco delle foreste di larici e abeti. Il contatto con la sabbia calda e i fiori incantevoli che crescono ai bordi dei sentieri di montagna. La mia estate è stata caratterizzata da luoghi in contrasto fra loro di ambienti agli estremi. Differenti e di natura opposta.

Collage mareCulinariamente parlando se al mare “pane e pomodoro” è stato l’indiscusso must quotidianoin montagna c’è stato un cibo che è diventato il leitmotiv delle giornate altoatesine: il cavolo!!! E una volta tornati abbiamo deciso che il trend del cavolo sarebbe continuato. Ed è per questo che ve lo ripropongo anche in questa sede!

INSALATA ALTOATESINA DI CAVOLO CAPPUCCIO

DSC_0323

INGREDIENTI

cavolo cappuccio

olio evo

senape

semi di lino

sale

pepe macinato

cubetti di speck freschi o rosolati (facoltativi)

PREPARAZIONE

  1. Lavate accuratamente il cavolo cappuccio e tagliatelo sottile sottile.
  2. Mettetelo in una ciotola e conditelo con un’emulsione composta da: senape, olio evo, sale, pepe, semi di lino.
  3. Aggiungete se vi va dei cubetti di speck rosolati oppure freschi.
  4. Servite come antipasto oppure come contorno. Nella foto qua sotto ecco un semplice abbinamento con un hamburger di tacchino!

INSALATA DI CAVOLO CAPPUCCIO E HAMBURGER DI TACCHINO