lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


9 commenti

Crema di ceci alla curcuma

crema ceci e curcuma

Sempre più mi rendo conto della necessità di inserire i legumi nella mia dieta quotidiana e anche in quella della mia famiglia. Sempre più essi dovrebbero essere dei validi sostituti della carne, onnipresente alimento dei nostri pasti principali. I ceci sono dei legumi che adoro e questo è un piatto semplicissimo che possiamo preparare come accompagnamento per il riso, preferibilmente basmati.

Mi rendo conto che l’appeal di questo piatto non è dei migliori. E’ un po’ anemico (si può dire?). Tuttavia ciò che veramente contano sono il contenuto e il sapore. Quelli sono da ricordare!!! In più fa benissimo alla salute!

 

INGREDIENTI

1 barattolo di ceci prelessati

un cucchiaino di curcuma in polvere

un pizzico di peperoncino

un pizzico di paprika dolce

olio evo

un rametto di rosmarino fresco

sale e pepe qb

PREPARAZIONE

  1. Mettete a scaldare l’olio in un pentolino assieme ad un rametto di rosmarino. Dopo pochi muniti togliete il rametto e aggiungete i ceci e fateli rosolare bene con la paprika, sale e pepe, il peperoncino e il cucchiaino di curcuma.
  2. Aggiungete un bicchiere d’acqua e fate cuocere finché l’acqua non sarà evaporata del tutto.
  3. Dopo che i ceci si sono intiepiditi frullateli col frullatore ad immersione.
  4. Servite la crema tiepida con riso basmati e due rametti di erba cipollina.
  5. PS. Se gradite la mia salsetta speciale ci sta sempre bene!!!
Annunci


2 commenti

Carpaccio di ovoli freschi

CARPACCIO DI OVOLI FRESCHI

“Sapori autunnali. Profumi e colori estivi. Questo è il modo più gustoso secondo me di mangiare gli ovoli freschi.”

La stagione autunnale è ormai nel pieno delle “sue forze” e in questi giorni si moltiplicano le occasioni per gustare i profumati regali che ci offre il bosco, o per meglio dire la macchia, come si chiama qui in Maremma! Lo scorso anno – più o meno nello stesso periodo – vi ho proposto una ricetta coi funghi sfiziosa e croccante: le crucole fritte. Quest’anno ho deciso, invece, di dedicare una ricetta ai miei amati funghi scegliendo gli ovoli.

Funghi noti col nome scientifico di Amanita Caesaria. Gli ovoli crescono spontaneamente nei boschi prediligendo un clima tendenzialmente secco. Hanno un aspetto molto invitante e un sapore delicato, non a caso i Romani li definivano “Cibo degli Dèi”! Come dar loro torto?

La ricetta è semplicissima. Ciò che conta è – come sempre – avere delle materie prime di ottima qualità!

INGREDIENTI

Ovoli freschi non ancora dischiusi

succo di limone bio

olio evo

sale e pepe qb

prezzemolo fresco

PREPARAZIONE

  1. Dopo averli accuratamente lavati, tagliate sottilmente gli ovoli utilizzando un coltello ben affilato.
  2. Preparate un’emulsione con succo di limone, olio evo, sale e pepe. Aggiungetevi il prezzemolo tagliato grossolanamente.
  3. Condite il carpaccio di ovoli con l’emulsione e…il gioco è fatto!

Da gustarsi come antipasto o come contorno questo carpaccio non può deludervi! Io personalmente lo adoro!


5 commenti

Fiori di zucca ripieni al forno

FIORI RIPIENIAnche se è evidente che non ci troviamo più nella stagione dei fiori di zucca nei supermercati ancora se ne trovano un po’ perciò – visto che ne vado pazza – ho pensato di cucinarli in un modo sfizioso ma non troppo pesante! Friggerli è il top ma non sempre possiamo permettercelo per motivi di organizzativi e di…bilancia!!!

E’ semplicissimo prepararli al forno e non servono molti ingredienti! Provare per credere! Potete provare sia la versione con la carne – usando il prosciutto crudo – sia la versione con il pesce – utilizzando le alici.

INGREDIENTI

12 fiori di zucca freschi

mozzarella / formaggio fresco tipo primo sale

prosciutto crudo / alici sott’olio

pangrattato q.b.

3 uova intere

olio evo q.b.

sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

  1. Lavate accuratamente i fiori di zucca NON privandoli del pistillo.
  2. Sbriciolate la mozzarella (o la mozzarella)  e aggiungetevi  sale, pepe e olio evo.
  3. Tagliate a pezzettini il prosciutto crudo (o le alici) e unitelo alla mozzarella.
  4. Farcite i fiori con il composto di mozzarella e prosciutto e chiudete bene i fiori.
  5. Passate i fiori nell’uovo sbattuto e nel pangrattato  e adagiateli in una teglia.
  6. Cuoceteli a 180° per circa 12-15 minuti. Controllate sempre la cottura per evitare che si secchino troppo!

Sono deliziosi!!!

PS Se volete renderli gluten free potete utilizzare la farina di polenta per la panatura!


2 commenti

Come fare il pane e dolci con il lievito madre

pane con livito madreDedico un altro post alla realizzazione del pane con il lievito madre poiché dagli ultimi aggiornamenti di aprile è passato diverso tempo e le mie conoscenze ed abilità nella lavorazione degli impasti con il lievito madre si sono evolute. Ho acquisito una nuova consapevolezza riguardo all’utilizzo della pasta madre e vorrei condividerla con voi. Le ricette per la preparazione del pane – piuttosto elaborate – a due o tre impasti proprio non riesco a farle funzionare come dovrei. Inoltre il tempo sempre limitato non mi permette di seguire il processo di preparazione del pane per due giorni circa.

Col passare dei mesi perciò ho iniziato a fare di testa mia e a gestire i tempi di lievitazione in modo del tutto personale. Non so se funzionerà per tutti voi ma questa è la mia esperienza e voglio condividerla! Non si sa mai, magari funzionerà anche per qualcun’altro!

Proprio ieri pomeriggio avevo a disposizione un quantitativo di pasta madre di circa 600 gr. Rinfrescata giustappunto la sera prima e spennellata con un filo di olio evo. Ho suddiviso l’impasto in due parti destinate a due preparazioni diverse. Una dolce e una salata, rispettivamente pantreccia del sabato e pane casareccio. Nulla di nuovo sul fronte occidentale direte voi. Tuttavia sono le modalità di preparazione e la scansione dei tempi a differenziarli dai miei precedenti esperimenti. Innanzitutto ho utilizzato molta più pasta madre di quella che consigliano le ricette, inoltre ho gestito “da sola” i tempi di lievitazione in modo da iniziare e concludere la ricetta nell’arco di una giornata (avendo avuto però l’accortezza di rinfrescare la sera prima il lievito).

I puristi riterranno inopportuno questo modo di operare ma è solo così che sono riuscita ad ottenere – dopo numerosi esperimenti – dei dolci veramente soffici e ben lievitati. Le quatità delle ricette tradizionali non mi avevano mai permesso di ottenere dei lievitati eccezionali.

PANTRECCIA DEL SABATO

PANTRECCIA DEL SABATO

INGREDIENTI

300 gr di farina manitoba

300 gr di pasta madre rinfrescata

90 gr di zucchero

70 ml di latte

60 gr di burro fuso

1 uovo intero

Per spennellare e farcire

1 tuorlo e acqua qb

marmellata di visciole

zucchero di canna

PREPARAZIONE

  1. Sciogliete in una ciotola bella capiente il lievito madre rinfrescato la sera precedente nel latte intiepidito con l’aiuto di una spatola o di una frusta.
  2. Aggiungete lo zucchero e continuate a mescolare.
  3. A questo punto unite il burro fuso, l’uovo e per ultima la farina. Mescolate pr circa 5 minuti nella ciotola poi trasferite il tutto sulla spianatoia. Lavorate l’impasto a mano per circa 10 minuti e poi mettetelo a riposare nel forno spento per due/tre ore.
  4. Prendete l’impasto dopo la fase di lievitazione e stendetelo con l’aiuto di un mattarello. Risulterà molto elastico ma non perdetevi d’animo.
  5. Dopo aver raggiunto lo spessore che desiderate (il mio era di circa un cm) dividetelo in tre strisce che stenderete nuovamente col mattarello.
  6. Farcite le strisce con la marmellata che desiderate (io ho usato quella di visciole “corretta” con del succo d limone) e chiudetele per non far fuoriuscire la marmellata.
  7. Unite le tre strisce arrotolate all’estremità e iniziate a fare la treccia.
  8. Mettetela a lievitare nel forno spento per altre tre ore.
  9. Infine spennellatela con l’uovo e cospargetela di zucchero di canna.PANTRECCIA DEL SABATO E CORNETTI
  10. Cuocete in forno per circa 35-40 minuti a 180°.

PANE CON LIEVITO MADRE

Sulla falsa riga del pantreccia ho agito per fare il mio pane di casa. Oramai per farlo mi regolo ad occhio sia con l’acqua che con la farina.

  1. ORE 11:00 Per prima cosa sciolgo in acqua tiepida il lievito madre, aggiungendo due cucchiaini di zucchero. Io avevo circa 300 gr di pasta madre e ho aggiunto 150 ml di acqua.
  2. Poi aggiungo tanta farina quanta ne prende l’impasto.
  3. Quando il composto è impastabile a mano lo lavoro per circa 5 minuti e lo metto a riposare per due/tre ore nel forno spento.
  4. ORE 14:00 Prendo l’impasto e lo rilavoro aggiungendo 50 ml di acqua, due cucchiai di olio evo e tanta farina quanta ne prende.
  5. Impasto per circa 10 minuti e gli do la forma della pagnotta. Metto a lievitare per circa 5 ore.
  6. ORE 20:00 accendo il forno statico a 220°. Inforno il pane e dopo i primi 10 minuti di cottura abbasso a 200° la temperatura continuando la cottura per circa 20-25 minuti (controllando  sempre!)

Et voilà il risultato!

PANE CON LIEVITO MADRE.OTTOBRE 2013