lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


2 commenti

Aggiornamenti floreali… e non solo!!!

E’ sì, il giardino in questi giorni è uno splendore. Bisogna dire che di acqua ne ha avuta in abbondanza e la crescita di tutte le piante a fioritura primaverile, seppure in ritardo, è stata notevole! Ora sono pronte per sbocciare e rallegrarci! Lontani sembrano i tempi del semenzaio, isn’ t it?

Perciò apriamo le danze! Ve li ricordate i miei baby naturzi? Beh, finalmente sono in fiore!

NASTURZIO IN FIOREprimofioreE i pomodori ? Che ne dite? Anche loro hanno il loro pezzettino di terreno in cui crescere e fruttificare (speriamo 😉 ) Purtroppo la grandine li ha danneggiati. Io avevo scattato la foto al momento dell’ impianto …speriamo si riprendano presto!

POMODORI-IMPIANTO

Poi ci sono loro: i papaveri orientali. I fiori sono enormi e il loro rosso è così intenso da sembrare artificiale. Sono facilissimi da coltivare e resistenti al freddo e al caldo. Non necessitano di grandi attenzioni ma sono in grado di rendere unico un angolo del vostro giardino!

PAPAVERO ORIENTALEDulcis in fundo i meravigliosi fiori dei mirtilli. Tante piccole campanelline bianche, che attirano api e altri insetti impollinatori. In attesa di mangiarne i deliziosi frutti, godetevi questi splendidi fiorellini!

MIRTILLIUn abbraccio a tutti voi!!!


4 commenti

Battere la fiacca e …cronache dal mio giardino!

Allora. Ok. Sì. Va bene. Qui si batte la fiacca. L’avevate notato? Noooooo. Affatto!

La stanchezza mi schiaccia. Il tempo è esaurito. La mente vola lontano e presto si addormenta.

In tutta questa sonnolenza e mare di impegni tuttavia, fuori, nel mio giardino, c’è chi se la spassa davvero e chi si sta dando da fare per renderlo splendido. Sto parlando delle mie rose e delle peonie e di tanti altri fiori che stanno fiorendo proprio in questi giorni di maggio – freddi e poco graditi – tutto intorno a me. Rendono le giornate meno pesanti. E danno significato alle giornate spese a progettare e a curare le aiuole. Solo guardandole l’animo si risolleva.

Solleviamoci insieme allora.

COSMEA

Queste Cosmee sono frutto di shopping floreale compulsivo, ne ho prese di più sfumature e le ho messe subito a terra. Stanno fiorendo a più riprese e sono incantevoli. In più le loro radici a fittone arieggiano i lterreno e i loro fiori attirano le api ed altri insetti impollinatori: il che non guasta mai!!! GLADIOLO SELVATICO

I colori di questo gladiolo sono fantastici, sembra quasi finto, non trovate? ROSA MOONSTONE

Di lei ne ho parlato molto tempo fa , è una rosa che da un anno circa è ospite del mio giardino. E mi garba assai!!!

Non ho trovato il modo adeguato di potarla ma… studierò!!!ROSA SHARIFA ASMA

Anche lei è un déjà vu. La mia preferita. Forse perché ha qualcosa in comune con me: l’asma!!! Ahahahahaha 😀ORCHIDEA VESPARIA

L’orchidea di cui sopra è arrivata non si sa ancora come, ai piedi della mia siepe di Pyracantha. E da allora, da circa quattro anni, fiorisce e si moltiplica.

Vi svelo una curiosità. Poiché non ne conoscevo il nome, la scorsa estate ho scritto ad una nota rivista di giardinaggio, Gardenia, (alla quale sono abbonata) e lo scorso gennaio la mia foto nonché mail, sono state pubblicate sulla rivista!!! Per me è stato un grande onore!!!

PEONIA

Infine, loro, le regine del giardino: le peonie.

Della mia passione per le peonie ne ho parlato poco tempo fa. Ora che le varietà erbacee del mio giardino sono in fiore… che dire?

Io questi fiori li stimo proprio!!! 😀PEONIA BIANCA

Una nuvola. Sembra proprio una nuvola.

Bye bye!!!


5 commenti

Pensieri alla rinfusa

Oggi va così. Non riesco a riorganizzare i pensieri e nemmeno le idee per scrivere un post coerente. Giardinaggio, foto, cibo… e che cos’altro?

Non so.

Perciò vi metto davanti tutto insieme, in attesa di trovare un ordine.

Abbiate pazienza.

LUCERTOLAIn questi giorni la salvia è la regina del giardino… perché non friggerla?

Magari non disturbando i piccoli animaletti che ospita generosa!

SALVIA IN FIORE

I fiori bianchi caduti a terra sono del Viburnum altrimenti detto “ricottella”, sembra abbia nevicato…

RANUNCOLI

Che colore…mi fa pensare alle fioriture alpine di luglio e agosto…

NASTURZIO-FOGLIEIl semenzaio si sta evolvendo, ho effettuato molti rinvasi (ma: ve lo ricordate com’era?) e avrete news di quello che sta succedendo in giardino!

Ma quanto sono belle le foto dei nasturzi?

CALLA

Candida calla. Perfetta. fioriInfine il cibo…

L’immancabile pizza del week-end!

FOCACCIA CON LIEVITO MADRE SECCO

Presto la ricetta!!!

Bisous!


3 commenti

Centro Botanico Moutan: un posto da visitare!

CENTRO BOTANICO MOUTAN-I-header

Era una calda giornata di aprile e sono trascorsi oramai tre anni da quando ho avuto l’occasione di visitare il Centro Botanico Moutan ma ogni volta che ci ripenso è un’emozione forte, quasi un tuffo al cuore. Questo perché è semplicemente un luogo splendido.

PEONIE ARBUSTIVE-CENTRO BOTANICO MOUTANEttari su ettari di peonie cinesi da collezione, in fiore da aprile a maggio. La più vasta area al mondo dedicata alla coltivazione delle peonie. E quando lo si visita…beh…non ci sono parole per descriverne la bellezza.

CENTRO BOTANICO MOUTAN

I fiori della peonia sono spendidi. E’ una specie di dogma direi. Forse il loro fascino risiede proprio nella loro effimera vita.

PEONIE ARBUSTIVEEffimera come quella di molti altri fiori, del resto. Eterei, vivaci, quasi magici aggiungerei. Sono fiori che mi hanno da sempre stregato.

No more words. Just a pic!!!

PEONIE ARBUSTIVE-BIANCHE

 


Lascia un commento

Inverno in giardino

Erano giorni che non uscivo a godermi il mio giardino. Il mio minuscolo fazzolettino di terreno che coltivo e curo da circa cinque anni e che mi ha dato tante gioie e qualche piccola (e prevedibile) delusione.

In principio fu la siepe di Pyracantha.

PYRACANTHA

Poi il pratino. Poi un arbusto sempreverde per chiudere, o meglio, completare un angoletto un po’ spoglio: il calicanto.  Eccolo, coi boccioli pronti per sbocciare e le foglie ancora attaccate. Cosa anomala per il mese di dicembre.

INVERNO IN GIARDINO, CALICANTO

Poi ancora le aiuole, progettate per accogliere le bulbose che più amo: tulipani, narcisi e profumatissimi giacinti. E poi non mi sono fermata più; vasi, cespugli sempreverdi e non, piante per lo più autoctone. Infine, qualche rarità.

Il mio giardino è cambiato nel tempo, così come sono cambiata io. Ha accolto i miei esperimenti, i miei malumori, i miei acquisti avventati e impulsivi, fino a quelli, invece, più ragionati e voluti. Frutto di riflessioni e ragionamenti. Ne sono un esempio le mie rose. Acquistate dopo tanto pensare e ripensare e posizionate in due aiuole dopo altrettanti ragionamenti. Nella speranza che siano splendide a primavera.

Oggi pomeriggio dicevo, dopo giorni e giorni fuori casa per lavoro ed impegni vari – e un freddo intenso che non mi aveva affatto invogliato a mettere il naso fuori – mi sono affacciata sulla porta di casa e c’era un sole più che tiepido. Assenza pressoché totale di vento (cosa alquanto rara dove abito io) e un’arietta mite che non ricordavo da tempo! Allora fuori, a sistemare, ripulire, osservare, giocare.

E poi, ad un certo punto è arrivato lui.

PETTIROSSO

Cercava del cibo in modo frenetico e sembrava non riuscire a volare con l’abituale scioltezza e velocità che contraddistingue questa specie. Un pettirosso che ci ha fatto compagnia per un’oretta. Non si può desiderare altro. A volte.

Joyeux Noël à tous!