lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


Lascia un commento

Mini soufflé agli spinaci

Questi mini soufflé rappresentano il mio confort food ideale. Sono stati un porto sicuro in un momento particolare della mia vita, in cui ho avuto bisogno di essere coccolata dal cibo. Un cibo gustoso, sapido e dal retrogusto erbaceo. Ve li propongo perché sono importanti e in un blog come quello che scrivo “ci vogliono” proprio dei piatti così!

Stasera per esempio mi hanno anche salvato la cena!!!

INGREDIENTI

130 gr di spinaci freschi o congelati

40 gr di burro

70 gr di farina

2 tuorli

5 albumi montati a neve

50 ml di latte

100-120 gr di parmigiano grattugiato

Sale e pepe qb

OPERAZIONI PREPARATORIE

Lavare gli spinaci se sono freschi e tagliarli a pezzettini. Oppure, in alternativa, scottare per 2-3 minuti quelli congelati e scolarli con perizia.

Imburrate e infarinate 8 picole cocotte.

PROCEDIMENTO

  1. Si inizia sciogliendo i 40 gr di burro a bagnomaria o a fiamma bassissima. Poi spegnere i fuochi e lasciar intiepidire.
  2. Intiepidite anche il latte.
  3. Sbattete i tuorli, la farina e aggiungete il latte tiepido utilizzando una frusta elettrica. Poi aggiungere al composto il burro fuso intiepidito. Mescolate bene.
  4. Montate le chiare a neve con un pizzico di sale e lasciatele riposare qualche minuto.
  5. Nel frattempo aggiungete al composto amalgamato in precedenza gli spinaci freschi lavati e sminuzzati oppure quelli sbollentati.
  6. Continuando a mescolare aggiungete 70 gr di parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe.
  7. Posate lo sbattitore elettrico e incorporate gli albumi con una lingua di cane con movimenti dal basso verso l’alto, per non far smontare del tutto gli albumi.
  8. Riempite 8 cocotte per 2/3 e spolverare col parmigiano rimasto.
  9. Cuocete per circa 20-30 minuti a 190°-200° in forno ventilato.

 

Quelle gourmandise!!! N’est-ce pas?

Annunci


Lascia un commento

Pasta spinaci e prosciutto cotto

Ecco una pasta veloce veloce da fare ma molto gustosa!

Qualche giorno fa ero intenta ad osservare i ripiani del mio frigo e così ho deciso che non avrei fatto la “solita” pasta la pomodoro ma avrei cambiato genere. Avevo degli spinaci freschi già lavati (avanzati del giorno prima) e del prosciutto cotto leggermente affumicato. Così in quattro e quattr’otto è nata questa pasta, senza troppe pretese ma comunque, a parer mio, golosa!

Ingredienti

250gr di pasta corta

200 gr di spinaci freschi

100 gr di prosciutto cotto

parmigiano grattugiato

olio evo

peperoncino qb

sale e pepe qb

Preparazione

Mettete a scaldare l’acqua e quando sarà bollente aggiungete il sale e buttate la pasta. Io ho scelto dei rigatoni che avevano 11 minuti come tempo di cottura. Intanto che cuoce la pasta mettete in una padella dell’olio evo, uno spicchio d’aglio in camicia e del peperoncino. Quando l’olio sarà ben caldo aggiungete il prosciutto cotto tagliato a striscioline e fatelo saltare per qualche minuto.

Deve ammorbidirsi e non asciugarsi troppo. Poco dopo aggiungete gli spinaci e fateli saltare col prosciutto cotto. Salateli, pepateli e fateli appassire.

Quando la pasta sarà al nono minuto di cottura scolatela e aggiungetela al condimento dando una abbondante spolverata di parmigiano reggiano grattugiato. Saltate per due minuti e servite con un giro di olio evo!!!

E’ buonissima!


2 commenti

Hummus

L’hummus è una salsa gustosissima a base di ceci, originaria del Medioriente e molto diffusa nel mondo arabo e apprezzata anche in Israele. E’ generalmente accompagnata al pita, il classico pane arabo, oppure a un misto di crudités.  Io da quando l’ho scoperta (grazie a Mammafelice) non ne ho più fatto a meno. Ha un sapore meraviglioso e la versione in cui la preferisco è con le verdure crude fresche, appena affettate.

La versione originale prevede la salsa tahineh (a base di semi di sesamo) che non è facile da trovare per chi abita in piccoli centri. Nella grande distribuzione è più facile reperire la tahineh nel reparto dedicato alla cucina straniera. In mancanza della tahineh io utilizzo i semi di sesamo che frullo assieme ai ceci e agli altri ingredienti che sono:

250 gr di ceci prelessati

5 cucchiai di olio evo

3 cucchiai di semi di sesamo

1 cucchiaio di paprika dolce

1/2 cucchiaio di semi di cumino

1/2 spicchio d’aglio

il succo di mezzo limone

prezzemolo fresco tritato finemente

PREPARAZIONE

La preparazione è semplice semplice e richiede pochissimo tempo. Ciò che è veramente importante è che gli ingredienti siano di ottima qualità.

Basta frullare tutti gli ingredienti con frullatore ad immersione nell’apposito boccale et voilà!!! Il vostro hummus è pronto! Se dovesse essere troppo denso aggiungete acqua quanto basta per farlo diventare cremoso! Mettetelo in una coppetta e spolverateci sopra del prezzemolo tritato e un po’ di paprika!

Buon appetito!!!


Lascia un commento

Biscotti al cioccolato

Perché bisogna coccolarsi.

Perché è necessario prendersi cura della mente ma anche dello stomaco.

Perché si può gustare qualcosa di goloso senza però esagerare.

Perché sono buoni!!!

Ecco,breve breve ma golosa la ricetta dei “miei” biscotti al cioccolato!

 

INGREDIENTI

125 gr di burro a cubetti (freddo di frigorifero!)

220 gr di farina

30 gr di cioccolato amaro in polvere

100 gr di zucchero a velo

1 uovo intero

1 presa di sale

1 bustina di vanillina

Unite la farina, il cacao, la vanillina, lo zucchero a velo e il sale in una ciotola. Rovesciate il tutto sulla spianantoia e fare la fontana. Unite il burro freddo di frigorifero tagliato a cubetti e l’uovo. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo. Fate riposare la pasta un’ora nel frigo avvolta dalla pellicola.

Passato il tempo necessario stendete la pasta col mattarello e tagliatela con gli stampini che più vi piacciono. Io ho usato stampini rpofessionali dai motivi autunnali di questa ditta, acquistati quest’estate lle bancarelle di Orbetello.

Come vi sembrano?


6 commenti

Panini al latte e grano saraceno

Questi panini, nati in un pomeriggio di autunno sono senza dubbio un’esperienza da ripetere. Avevo voglia di fare un impasto che prevedesse l’uso del latte e anche il desiderio di utilizzare la farina di grano saraceno. Perché non realizzare i miei desideri nello stesso contesto?

Così, zitta zitta e buona buona, mentre la mia piccoletta dormiva ho cominciato a fare l’impasto, che è risultato sin da subito morbido, liscio e piacevole da lavorare.

Ecco gli ingredienti:

300 gr di farina tipo O

250 gr di farina di grano saraceno

1 panetto di lievito di birra

200 ml di latte

2 cucchiai di olio evo

1 pizzico di sale

1/2 cucchiaino di zucchero

un pizzico di bicarbonato

1 uovo

semi di vario genere

Ho iniziato mescolando bene bene le due farine e facendo la fontana sulla spianatoia. Poi ho stemperato il lievito nel latte e l’ho unito alla farina. Ho impastato per alcuni minuti. In seguito ho aggiunto l’olio evo, il sale e lo zucchero. Ho continuato ad impastare per 10 minuti abbondanti. Infine ho messo a lievitare l’impasto per un’ora e mezza, coperto con un canovaccio.

Conclusasi questa prima fase ho rilavorato l’impasto per alcuni minuti e ho formato un serpentone che ho diviso in 6 parti.

Ho lavorato ogni singola parte fino a farla diventare una pallina. Ho posizionato tutte le palline sulla teglia e le ho lasciate rilievitare per un’altra mezz’ora, sempre coperto con un canovaccio.

Passata la mezz’ora ho spennellato i panini con l’uovo e li ho cosparsi con i semi che preferisco: papavero, sesamo e lino.

Ho infornato a 180° per 20-25 minuti. Ed ecco il risultato: dei panini morbidissimi da imbottire, magari con hamburger, insalata e senape!


3 commenti

Omini di pan di zenzero

Io adoro preparare i biscotti. Giusto qualche giorno fa ero alle prese con i kipferl al cioccolato e, parlando più in generale, questo periodo dell’anno mi porta – ormai ciclicamente – a dedicarmi alla cucina e all’autoproduzione di ciò che posso, e so, fare. E i biscotti, per l’appunto, sono una di quelle cose che faccio sempre. Tutto ciò ha dei vantaggi: non ricordo, infatti, di preciso quando è stata l’ultima volta che ho acquistato dei biscotti di produzione industriale!

Ma torniamo a noi!

Gli omini di pan di zenzero – noti nel mondo anglosassone come gingerbread men – sono dei simpatici biscottini tipici del periodo natalizio. Ormai la loro preparazione si è diffusa anche in Italia e così non ho potuto fare a meno di prenderli in considerazione in vista delle feste! E dei lavoretti scolastici da proporre ai bambini!

E’ un po’ prestino, in effetti, per i gingerbread men, ma per lavoro* ho avuto la necessità di provare questa ricetta, così, nel pomeriggio, mi sono messa ad impastare e a verificare se quanto avevo fatto avesse un sapore gradevole o meno. Come sempre ho apportato delle personali modifiche all’originale ma lo sapete ormai… son fatta così. Dentro a certi “recinti” non ci so proprio stare!

INGREDIENTI

  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 140 gr di burro a tocchetti freddo di frigorifero
  • 330 gr di farina di kamut
  • 20 di fecola di patate
  • 120 gr di zucchero al velo
  • 50 ml di latte
  • 2 cucchiai di miele millefiori
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 2 cucchiaini rasi di zenzero in polvere
  • 2 cucchiaini rasi di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano tritati ( io ho usato il pestello)

 

Unite tutti gli ingredienti secchi cioè la farina, il bicarbonato, lo zucchero, le spezie ed il sale e mescolateli con un cucchiaio di legno. Poi disponete il composto su di una spianatoia e fate la fontana. Inserite al centro il burro a tocchetti (mi raccomando che sia freddo di frigorifero), il latte, il miele, l’uovo e il tuorlo. Iniziate ad impastare e otterrete un panetto morbido, liscio e profumato che dovrà riposare in frigo per almeno un’ora (se sono due è meglio).

Dopo il riposo stendete sulla carta forno una parte dell’impasto e iniziate a “ritagliare” le formine. Io ho usato anche delle nuove formire a forma di cupcakes comprate proprio oggi (non sono deliziose?). Non potevo resistere!!!

 In seguito disponete i biscotti sulla teglia. Io ne ho lasciati alcuni senza decorazione e altri con i visini fatti con gli zuccherini.

Poi cuoceteli in forno a 180° per circa 10 minuti. Devono essere leggermente dorati. I biscottini già decorati saranno pronti, basterà farli raffreddare.

I biscottini non decorati prima della cottura li ho invece finiti grazie ad un gel per decorazione che potete trovare al supermercato nel reparto dei dolci. Non ho avuto in passato molta fortuna con la glassa e non volevo proprio oggi cimentarmi con essa! 😛

Ecco qui sotto il risultato finale.

Questa versione dei gingerbread men è veramente speziata. Chi non gradisce le spezie così tanto può ridurre un po’ le dosi!

* ebbene sì il mio lavoro necessita anche di queste ardue imprese! 🙂  A dire il vero è uno dei lati che preferisco! Per maggiori info consultate la pagina ABOUT del blog.


Lascia un commento

Rotolini golosi di pasta lievitata

Oggi vado di fretta, tuttavia non posso non condividere con voi questa ricetta “del riciclo” (si fa per dire) che ho preparato due giorni fa.  Avevo fatto nuovamente la mia  treccia danese e mi era avanzata molta pasta. Così, senza pensarci troppo ho avuto un flash della torta di rose che preparava mia madre quando ero piccola e ho avuto un’idea!

Ho fatto tante strisce di pasta. Poi ho preso la marmellata che avevo in frigo, fatta con le susine un po’ asprigne che i miei zii mi avevano regalato quest’estate, e l’ho spalmata sulle strisce. Poi ancora ho preso la marmellata di fragole che preferisco e ho utilizzato anche quella per farcire i miei rotolini. Ho aggiunto mandorle a fettine. Ho messo i rotolini in piedi su di una teglia piccola, disponendoli abbastanza vicini l’uno all’altro. Li ho spennellati con l’uovo e li ho cosparsi di zucchero di canna.

Ho cotto in forno per 20 minuti a 180° e voilà!!!

Sono spariti molto velocemente!!!