lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare


Lascia un commento

Castagnole

castagnoleSiamo giunti ormai quasi alla fine del Carnevale ed essendo oggi giovedì grasso quale giorno migliore potevo scegliere per darvi la mia ricetta delle castagnole?

Sono leggermente “corrette” con farina integrale di grano tenero perché adoro l’effetto rustico che conferisce loro e vi assicuro che sono veramente golose! Mangiate tiepide tiepide sono una goduria! ed è subito festa!!!

INGREDIENTI

100 gr di farina 00

50 gr di farina integrale di grano tenero

50 gr di fecola

2 uova intere

1 bustina di vanillina

8 gr di lievito per dolci

40 gr di burro morbido

50 gr di zucchero

3 cucchiai di Grand Marnier

1 pizzico di sale

zucchero a velo per guarnire

1l di olio di semi di arachide

PREPARAZIONE

  1. Unite in una ciotole le due farine e la fecola dopo averle setacciate assieme al lievito ed alla vanillina.  Aggiungete la presa di sale.
  2. Fate una sorta di fontana e ponete al centro il burro tagliato a tocchetti e ammorbidito e le due uova.
  3. Iniziate ad impastare, aggiungete il Grand Marnier ed impastate ancora.
  4. L’impasto dovrà risultare morbido ma non colloso.
  5. Fatelo riposare per circa 10 minuti e poi iniziate a fare dei serpentoni.
  6. Tagliate da ogni serpentone degli gnocchetti e trasformateli in tante palline.
  7. Mettete a scaldare 1 l circa di olio di semi di arachide in una padella e quando avrà raggiunto la temperatura adeguata buttateci le palline di impasto.
  8. Giratele per farle abbronzare da ambo le parti dopo circa 2-3 minuti di cottura e scolatele. (verificate sempre il grado di “abbronzatura”!!!)
  9. Asciugatele bene con carta assorbente e cospargetele di zucchero a velo.

CASTAGNOLE COLLAGE

Bon appétit!!!

Annunci


4 commenti

Gamberoni in padella

PADELLATA DI GAMBERIAi lettori più attenti non sarà sfuggito che io su Lastradamaestra non pubblico praticamente mai ricette a base di pesce. Chiedo venia. Io il pesce so cucinarlo poco e fino a qualche anno fa non lo mangiavo neppure. Eppure, visto che come recita un famoso aforisma “Solo gli stupidi non cambiano mai idea”, mi sento oggi particolarmente meno stupida a confessarvi che il pesce finalmente lo mangio e lo apprezzo sempre di più! Tanto che sono contenta di inaugurare un nuovo tag “pesce” che conterrà i ben tre piatti che vi ho proposto finora!!! E son soddisfazioni!

Nelle ultime settimane ho avuto modo di cimentarmi spesso con piatti a base di pesce come ad esempio: linguine ai frutti di mare, una piccante zuppa di pesce con annessa preparazione di un fumetto di crostacei, orate al forno (che non sono complicate da fare!), e per l’ appunto, i gamberoni in padella! Visto che questi ultimi sono venuti e di molto bene e vista la facilità della ricetta ho deciso di proporvela. Perché anche chi il pesce non sa cucinarlo possa dire finalmente: “Anch’io!”

INGREDIENTI

15 gamberoni freschi

olio evo, sale e pepe qb

uno spicchio d’aglio

peperoncino in polvere

1/2 bicchiere di Cognac

1 cucchiaino concentrato di pomodoro

prezzemolo tritato

PREPARAZIONE

  1. Lavate accuratamente i gamberoni sotto acqua fresca corrente e scolateli ben bene.
  2. In una padella mettete a scaldare l’olio con l’aglio il quale, non appena sarà abbronzato, verrà tolto.
  3. Buttate i gamberoni e fateli rosolare due minuti per parte. Aggiungete il peperoncino a seconda dei vostri gusti.
  4. Sfumate con il Cognac, salate e pepate. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro che darà essenzialmente un bel colore al vostro piatto.
  5. Coprite con un coperchio e fate cuocere per circa 8-10 minuti.
  6. Infine aggiungete il prezzemolo tagliato finemente e servite!!!

E se ci son riuscita io….!!!

Bon appétit!


4 commenti

Filetti di tacchino saporiti

FILETTI DI TACCHINO SAPORITIStasera ho ancora la bocca che sa di questi deliziosi filetti! E’ sì…devo ammetterlo: ho deliberatamente esagerato nelle porzioni! Ma erano irresistibili. Sapidi al punto giusto e accuratamente abbinati ad un’insalata gentile, mi hanno risolto la cena!

L’unico difetto è che non si tratta di un piatto propriamente invernale ma del resto non esistono più le mezze stagioni e tra un po’ neppure l’estate e l’inverno, o no?! 😉

INGREDIENTI

400 gr di fette di petto di tacchino

5 pomodori tipo piccadillo ben maturi

un sacchetto di olive in salamoia

5 capperi ammollati

prezzemolo fresco

semi di lino qb

olio evo, sale e pepe qb

PREPARAZIONE

  1. Tagliate i filetti di tacchino in tante striscioline e conditeli con i capperi, le olive affettate, i pomodori spellati e affettati anch’essi, sale, pepe, una manciata di semi di lino ed il prezzemolo tritato. Fate trascorrere almeno un’ora ma se non potete saranno gustosi lo stesso!
  2. Fate scaldare in una padella antiaderente dell’olio evo e buttateci il tacchino con tutti i sapori che lo hanno arricchito!
  3. Assaggiate e poi aggiustate di sale e pepe. I capperi e le olive avranno già dato molto sapore perciò fate attenzione!
  4. Cuocete per alcuni minuti e servite decorando con del prezzemolo fresco e un giro di olio evo.
  5. Come contorno è necessaria un’insalatina per contrastare la sapidità del piatto.

Guten appetit!