lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare

Vita di Pi (part 1)

1 Commento

È singolare come a volte i libri si insinuino nella mente dei lettori già molto tempo prima che essi vengano letti. È singolare come aspettino il momento giusto per essere aperti ed esplorati. E anche per essere raccontati e meglio compresi.

Avevo sentito parlare di Vita di Pi all’incirca 2-3 anni fa in uno dei commenti di un blog mammesco molto seguito. L’autrice del blog si era detta molto colpita dalla storia e così, anch’io avevo subito sentito il desiderio di conoscerne qualche particolare. Qualcosa in più. Tuttavia non mi ero spinta all’acquisto, né tantomeno avevo cercato dettagli della trama.

La cosa si è sedimentata per lungo tempo nella mia mente. Confesso di non aver pensato più a questo in modo particolare per lungo tempo.

Poi quest’anno è uscito il film nel periodo natalizio. Snobbato alla grande. Non ho proprio captato l’informazione che era stato girato un film in merito.

È trascorso altro tempo e un giorno mi sono messa a leggere le nomination per gli Oscar. E chi ti spunta fuori? Proprio lui, Pi, Vita di Pi. Nei giorni seguenti le nomination mi trovavo a Roma e alla libreria Minerva il libro mi fa come l’occhiolino. Ci penso un giorno intero prima di decidermi se acquistarlo o meno. Qualche ora prima di andarmene però ho un flash: sì, lo prendo!

Vita di Pi è uno dei primi libri che ho deciso di leggere dopo che sono diventata mamma che non è a tema bambini-maternità-giochi-letteratura per l’infanzia e così via. È ben lungi dall’essere parte della mia libreria di grandi classici della letteratura francese e inglese a cui sono devota. È lontano dal genere saggi sulla natura, giardini, oppure dal genere fantasy. Insomma, ci siamo capiti.

Non appena ho iniziato a leggerlo si è resa subito evidente una dote dell’autore: scrivere in modo estremamente realistico e scorrevole. Con perizia di dettagli. Con notevole volontà di mettersi nei panni del suo personaggio, così singolare, così unico nel suo genere. Avevo letto recensioni diverse però, del tipo: romanzo filosofico, colmo di riflessioni, stimolo a meditare su Dio, sulla vita. Su tutto ciò che siamo.

Più lo leggevo e più non vedevo altro che la minuziosa descrizione della disperata vita di un naufrago. In una condizione singolare (su di una scialuppa con una tigre ed altri animali selvaggi) ma pur sempre un naufrago con i contingenti problemi di sopravvivenza di tutti i naufraghi. Una storia alla Cast Away… più o meno dai 😉

Per circa due terzi il romanzo procede con una certa lentezza e – devo essere sincera – forse mi aspettavo più spunti di riflessione dalla mente del povero Pi, solo nell’oceano in balia del mare e della sua tigre.  Verso il finale però c’è un maggiore movimento. Poi si arriva alle ultime dieci pagine. E lì c’è tutto il succo di tanti discorsi che avevo sentito fare circa il libro e anche il film.

Perché è tutta nel finale che riparte la storia, ed è da lì che dobbiamo rileggerla. Proprio lì ci ritroviamo, noi lettori, in balìa della tigre e ci domandiamo chi sia realmente Pi. Devo dirlo è il finale che mi ha permesso di dare di Vita di Pi un giudizio positivo. È la metafora che la storia incarna in sé e per sé che mi ha stuzzicato le più profonde riflessioni.

Allora ho deciso di vedere il film ma non mi sono sentita trasportata da chissà quale aura. Più o meno come il libro. Interessante, con un finale a sorpresa. Poi stop!

Infine, ne ho parlato con mio marito. E raccontandogli la storia ho sentito riaccendersi in me l’amore per le riflessioni filosofiche e sono riuscita anche a descriverne il potere evocativo appieno. Solo RI-raccontandola questa storia mi è entrata dentro veramente. Solo dalla mia personale narrazione sono scaturite in me tante riflessioni. Come quelle che facevo quando studiavo per gli esami di letteratura all’università. Quando era necessario sviscerare tutti gli aspetti di un’opera letteraria, e conoscerli alla perfezione.

Ma ora l’ho fatta veramente lunga perciò ci risentiamo presto per la seconda parte!!!

Annunci

One thought on “Vita di Pi (part 1)

  1. Pingback: Vita di Pi (part 2) | lastradamaestra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...