lastradamaestra

mangiare, fiorire, ridere, fotografare

Viole, viole, viole…

2 commenti

VIOLE

Sono state un omaggio assai gradito di una visita fatta con la scuola presso un vivaio. Sono un fiore definibile come “un classico”. Sono piccole e facili da coltivare. Siamo prossimi alla primavera e c’è un fiore che mi ha fatto compagnia per tutto l’inverno davanti al portone di casa, che non ha particolari esigenze colturali e che mette subito allegria: si tratta della violetta!!!

Come si legge nel sito www.giardinaggio.it :

“Le viole del pensiero non producono un grande apparato radicale, sono quindi  adatte ad essere coltivate in piena terra o anche in vaso; si pongono a dimora a  fine estate, per godere della lunga fioritura invernale, oppure a fine inverno,  prima che comincino a fiorire le altre piccole piante annuali. Non temono il  freddo, ma per poter produrre fiori a profusione è preferibile posizionarle in  luogo soleggiato.

Sono piante rustiche, che non temono il freddo, ma potrebbero necessitare di  una copertura di agritessuto nel caso in cui le gelate notturne fossero molto  intense e prolungate durante i mesi invernali.

In genere le viole del pensiero non necessitano di annaffiature troppo  frequenti, soprattutto durante i mesi freddi; annaffiamo solo in caso di clima  asciutto e quando il terreno è ben asciutto da alcuni giorni. Se stiamo  coltivando le viole in vaso ricordiamo che le dovremo annaffiare un pochino più  spesso, ed anche durante i periodi di temperature miti. In primavera le viole  vengono annaffiate anche un paio di volte a settimana.”

Ogni bambino al ritorno dal vivaio ha ricevuto un vasetto di violette. Da un piccolo sondaggio fatto a posteriori, dopo le vacanze di Natale, ho però scoperto che la maggior parte di loro erano morte per un errore banale: sono state messe in casa! Con enorme dispiacere mi sono ripromessa di fare un piccolo kit informativo per le famiglie la prossima volta, poiché il vivaista ci ha fatto un dono ma non ha senso non dare le informazioni sulle cure colturali a chi le riceve, magari proprio facendo vivere l’esperienza direttamente ai bambini e insegnandolo prima a loro!!!

Non mi troverò più impreparata!!!

Annunci

2 thoughts on “Viole, viole, viole…

  1. Pingback: Narcisi | lastradamaestra

  2. Pingback: Sapori tunisini… (I know I’m late) | lastradamaestra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...